Osteosintesi (fratture)

L’introduzione di innovative tecniche chirurgiche unitamente all’evoluzione di materiale dedicato consente la guarigione del cavallo da diversi tipi di frattura. Placche e viti di nuova generazione, unitamente a protocollo anestesiologici specifici salvano la vita e la carriera ad un numero sempre maggiore di soggetti. Fondamentale, in questo tipo di interventi chirurgici, l’assistenza durante le fasi di induzione e risveglio dall’anestesia: nei casi più complessi, soprattutto quando non è possibile immobilizzare la parte interessata, è imperativo l’utilizzo di uno sling.

L’impiego di viti non è riservato al trattamento delle fratture ma viene utilizzato anche nella terapia chirurgica di alcune patologie ossee, per esempio le pseucisti.